BH - VT - Allevamento Dobermann della Selviata
997
page-template-default,page,page-id-997,mikado-core-2.0.4,ajax_leftright,page_not_loaded,,mkd-theme-ver-2.1,smooth_scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.5,vc_responsive
BH - VT

BH-VT prova di accompagnamento e sicurezza nel traffico

Sono ammessi tutti i proprietari di cani, i quali forniscano la prova di aver già superato l’esame preliminare in conformità con i regolamenti delle organizzazioni nazionali (LAO). Sono ammessi i cani di ogni razza e dimensione.
L’età minima per la partecipazione è fissata dalle organizzazioni nazionali, ma non può essere inferiore a 12 mesi.
I cani che, nella valutazione della sezione “A” (prova di accompagnamento in campo) non conseguono almeno il 70% dei punti, non sono ammessi alla prova della sezione “B” (prova nel traffico). Alla fine della prova non verranno assegnati risultati a punteggi, ma solamente un giudizio “superato” o “non superato”, e la qualifica assegnata dal giudice della prova. La prova è superata, quando nella sezione “A” sono assegnati almeno il 70% dei punti e nella sezione “B” gli esercizi sono considerati sufficienti dal giudice. È concesso al giudice, su richiesta dell’organizzatore della prova, stilare una classifica, ai fini della premiazione. Il superamento della prova di BH-VT è requisito essenziale per tutte le altre prove del presente regolamento. Non vi sono limiti di tempo per eventuali ripetizioni della prova, ma in una manifestazione un cane può essere presentato una volta sola. Ogni prova di BH a cui il cane viene presentato deve essere riportata sul libretto delle qualifiche indipendentemente dal suo risultato.

Descrizione della prova in campo (sez. “A”)

Nella prova di BH-VT non si effettua la prova di indifferenza allo sparo. Gli esercizi si svolgono secondo la descrizione degli esercizi di obbedienza della parte generale.

Condotta al guinzaglio15 punti
Condotta senza guinzaglio15 punti
Seduto e ritorno – vedi descrizione per il BH-VT10 punti
Terra con chiamata – vedi descrizione per il BH-VT 10 punti
Terra con distrazione 10 punti

Prova nel traffico (sez. “B”)

Disposizioni generali
Gli esercizi seguenti, si svolgono in ambienti esterni al campo d’addestramento e adeguati alla prova. Il giudice stabilisce, insieme al responsabile della prova, dove (strade, vie, piazze) e come svolgere la parte della prova in ambiente pubblico, facendo attenzione a non ostacolare il traffico. Per sua natura, lo svolgimento di questa parte della prova necessita di molto tempo. L’accuratezza di giudizio dei cani non deve essere penalizzata dalla quantità di cani presentati. Per i singoli esercizi della sezione “B” non è prevista assegnazione di punti. Per il superamento di questa sezione è decisiva l’impressione generale che il cane offre, muovendosi nel traffico di un luogo pubblico.
Gli esercizi descritti di seguito sono indicativi e possono essere cambiati dal giudice, in base alle caratteristiche degli spazi pubblici a disposizione. Se il giudice ha dei dubbi, può chiedere di ripetere o di variare un esercizio.
Svolgimento della prova (gli esercizi che seguono sono il requisito minimo e possono essere implementati dalle organizzazioni nazionali).

Incontro con un gruppo di persone
Su indicazione del giudice, il conduttore cammina con il cane al guinzaglio, lungo il tratto di strada/marciapiede indicatogli. Il giudice segue a distanza opportuna. Il cane deve seguire volentieri, con guinzaglio allentato, il suo conduttore, stando sul lato sinistro e con la spalla all’altezza del ginocchio. Il cane deve mostrarsi indifferente verso persone estranee ed al traffico. Durante la condotta, un addetto cammina tagliando la strada a cane e conduttore. Il cane deve restare indifferente e sicuro. La condotta prosegue attraverso un gruppo sparso di persone (almeno 6). Una di queste saluta verbalmente e con una stretta di mano il conduttore, il quale si ferma e da il segnale verbale, per indicare al cane di sedersi o di mettersi a terra. Durante la breve chiacchierata che segue, il cane deve restare tranquillo.

Incontro con ciclisti
Mentre il conduttore ed il cane al guinzaglio camminano, vengono sorpassati da dietro da un ciclista, che suona il campanello della bicicletta. A molta distanza, il ciclista fa dietrofront e ritorna incontro a cane e conduttore, suonando ancora il campanello della bici. I passaggi devono avvenire in modo che il cane si trovi fra il conduttore ed il ciclista. Il cane deve rimanere tranquillo.

Incontro con automobili
Il conduttore cammina con il cane al guinzaglio e passa di fianco a diverse auto parcheggiate. Una di queste viene messa in moto. Il passeggero di un’altra auto chiude una portiera sbattendola. Mentre il conduttore ed il cane proseguono, un’auto in movimento si ferma; il conducente abbassa il finestrino e chiede informazioni al conduttore. Al segnale verbale del conduttore, il cane deve sedersi o mettersi a terra. Il cane deve rimanere tranquillo e non deve farsi impressionare dalle auto e dai rumori del traffico.

Incontro con persone che fanno jogging o schettinano
Il conduttore con il cane al guinzaglio passeggia su una strada tranquilla, almeno due persone lo sorpassano di corsa senza rallentare. Dopo che i primi corridori si sono allontanati, ne sopraggiungono altri due che vanno incontro al conduttore ed al cane e passano senza cambiare andatura. Non è necessario che il cane esegua una condotta corretta, non è però consentito che disturbi né le persone che lo sorpassano né quelle che gli vanno incontro. Il conduttore può mettere il cane nella posizione di seduto o terra, al passaggio dei corridori. Al posto delle persone che corrono, per questa prova, possono essere usati dei pattinatori.

Incontro con altri cani
Il cane in esame, quando viene sorpassato e incrociato da un altro cane al guinzaglio, si deve comportare in modo neutrale. Il conduttore può ripetere Il segnale verbale “piede” o può mettere il suo cane seduto o a terra, al passaggio dell’altro cane.

Comportamento del cane lasciato per breve tempo legato da solo, nei confronti del traffico e di altri animali
Su indicazione del giudice, il conduttore, con il cane al guinzaglio, percorre una strada mediamente trafficata.
Dopo un breve tratto, su indicazione del giudice, il conduttore si ferma e lega il suo cane ad una recinzione, ad un anello nel muro o simili. Il conduttore lascia il cane e va fuori vista, entrando in un negozio o in un portone. Il cane può stare in piedi, seduto o a terra. Durante l’assenza del conduttore, un’altra persona con un cane al guinzaglio oltrepassa il cane legato, ad una distanza di circa 5 passi. II cane legato in assenza del conduttore deve restare tranquillo e lasciare passare l’altro cane (non usare cani litigiosi), senza dare segno di volerlo attaccare (tirando con forza il guinzaglio o abbaiando ininterrottamente). Su indicazione del giudice il conduttore va a prendere il proprio cane.
Nota bene: spetta al giudice scegliere se far eseguire ad ogni singolo cane la prova completa o, invece, far eseguire uno o più esercizi a tutti i cani, per recarsi successivamente con tutti i cani nel luogo del successivo esercizio.

(fonte: sito ENCI www.enci.it)

Apri la chat
Contattaci su Whatsapp
Ciao! Posso aiutarti? Clicca su "Apri la chat" e verrai messo in contatto con noi tramite Whatsapp!